UN MONDO D'ARGENTO

Breve storia dei supporti per la fotografia in Italia (1839 - 1939)

1915 - Prima Guerra Mondiale: effetti sul mercato interno

    Finalmente alla fine del 1918 la guerra finì con la sconfitta di Austria e Germania e quindi con la vitto­ria anche dell'Italia. 
    Il 1919 fu ancora un anno difficile anche se sul mercato italiano la disponibilità di prodotti fotografi­ci migliorò sia per una maggiore importazione di prodotti inglesi, ora più facile per effetto della pace raggiunta, sia perchè nuove industrie italiane aveva­no iniziato la produzione di altre materie prime, come la Carlo Erba (pirocatechina, simile all'idrochino­ne) e la SIPE – Società Italiana Prodotti Esploden­ti (metolo).
    Nel 1920 riprese l'importazione di materiali di origine tedesca e la disponibilità sul mercato italiano di prodotti fotografici tornò ad essere simile a quella del periodo anteguerra.     

    Quali furono gli effetti della ritrovata normalità sulla vita delle industrie nazionali di prodotti foto­grafici ?
- La Luminosa cessò la propria attività intorno al 1918. 
    - La Gyska, dopo la morte di Giuseppe Scagliotti nel 1918, malgrado l'apertura del nuovo stabilimento (avvenuto sempre nel 1918) non riuscì a sopravvive­re oltre il 1920.
    - La “M. Ganzini” dopo la fine della guerra ab­bandonò la produzione di prodotti chimici per dedi­carsi alla fabbricazione di obiettivi ed accessori per appa­recchi fotografici, nel 1920 venne fondata la “Ing. Marcucci, Goglia e C” che nel 1922 venne fusa con la “M. Ganzini” creando la nuova “Società Ano­nima M. Ganzini.
Ma gli affari non andarono per il verso giusto e la nuova società andò presto incontro ad una crisi fi­nanziaria che culminò nel suicidio di Mario Ganzini nel 1924. 
    - La Tensi e la Cappelli uscirono dalla guerra raf­forzate, restavano praticamente le uniche industrie italiane a produrre materiale sensibile, la prima era particolarmente apprezzata per le carte mentre la se­conda per le lastre.     Ma soprattutto la guerra creò involontariamente le condizioni affinchè in Italia potesse nascere una nuova e più importante industria fotografica; per po­ter raccontare questa storia è necessario tornare in­dietro nel tempo e precisamente al 1914.   


    Testi vari per approfondimenti

    da Il Corriere Fotografico marzo 1922

    comunicazione Ganzini 1922

    da Il Progresso Fotografico aprile 1924

ingles 1916
pubblicità 1916

sipe 1921
pubblicità 1921

bayer 1922
pubblicità 1922


HOME
INDIETRO
INDICE

INTRODUZIONE