UN MONDO D'ARGENTO

Breve storia dei supporti per la fotografia in Italia (1839 - 1939)

Produzione di materiale sensibile in Italia (1925-1935) :
il declino della Tensi


    Parliamo ora della Tensi; malgrado i grandi investimenti e gli aumenti di capitale del periodo 1925–1928 la società entrò in crisi, forse per le difficili vicende economiche internazionali, forse anche per la nascita e la crescita dell'accordo tra FILM e Cappelli che, come abbiamo visto, portò alla commercializzazione di nuovi prodotti sensibili in aperta concorrenza a quelli della stessa Tensi. 
    L'azienda cercò di reagire, così sul Progresso Fotografico del luglio 1932 si poteva leggere:
“ La fabbricazione di materiale sensibile Tensi ha subito in passato vicende e peripezie che hanno alquanto influito sulla regolarità e costanza della produzione. 
    La nuova amministrazione che ha alla testa il cav. Federico Tensi, antico titolare della ditta che da parecchi anni si era ritirato dall'azienda, si è preoccupata di assicurare una fabbricazione costante perfetta, e gli sforzi in questo senso hanno avuto un tangibile risultato pratico.” 

    La nuova gestione puntò per la rinascita soprattutto sulle carte fotografiche, il prodotto per cui era sempre stata maggiormente conosciuta, ma anche su nuovo materiale sensile negativo (lastre e pellicole).
    Comunque anche la Tensi finì “nell'orbita” della famiglia Agnelli come la Film-Cappelli, come si ricava da una notizia apparsa sul Progresso Fotografico del dicembre 1934:
“ CIVE, Consorzio Italiano Vendita Prodotti Sensibili. 
    Ci è stata comunicata la seguente circolare: Ci pregiamo comunicarVi che a partire da oggi, 1° dicembre 1934 , abbiamo assunto l'incarico della vendita di tutti i prodotti fabbricati dalle società Film – Cappelli e Ferrania e Tensi & C.
  Ci è gradito l'incontro per inviarvi i nostri migliori saluti. CIVE (Consorzio Italiano Vendita Prodotti Sensibili)” 
    Da notare come la sede del consorzio fosse a Milano in p.za Crispi 5 ovvero la stessa sede della Film - Cappelli e Ferrania; la Tensi continuava comunque a mantenere il proprio nome e marchio distinto da quello della azienda “sorella”.

pubb22
pubblicità 1922

pubb33
pubblicità 1933

pubb35
pubblicità 1935



HOME
INDIETRO
INDICE
AVANTI
INTRODUZIONE