UN MONDO D'ARGENTO

Breve storia dei supporti per la fotografia in Italia (1839 - 1939)

Prodotti Agfa per il colore (1930-1935) - parte seconda

    Come si capisce dalla descrizione il film lenticolare Agfacolor era del tutto simile al film Kodacolor della americana Kodak, però la società tedesca volle fare qualcosa di più e realizzò anche pellicola lenticolare nel formato di 35 mm da utilizzare soprattutto negli apparecchi fotografici Leica.
    “Oggi il possessore della Leica fornendosi di un attrezzamento supplementare, invero abbastanza costoso, può eseguire pellicole atte a dare proiezioni fisse in colori...... Per la presa occorre l'apparecchio Leica munito di uno dei seguenti obbiettivi Hektor f.7,3 cm apertura 1:1,9 o Summar f.5 cm apertura 1:2 muniti di una guida parallela e di un apposito filtro per colori Agfacolor. Quest'ultimo è diviso in strisce parallele all'orlo, alternativamente di colore rosso, verde e azzurro. 
    Se noi indichiamo soltanto gli obbiettivi più luminosi vi è il suo motivo. Il filtro a colori usato usato per la presa del negativo assorbe la maggior parte della luce emessa dal soggetto; cosicchè in generale si devono fare delle brevi pose e si possono fare delle istantanee solo quando si impiega un obbiettivo estremamente luminoso a piena apertura del diaframma.”
 
(Il Progresso Fotografico – Agosto 1934)

    La pellicola Agfacolor veniva fornita per la Leica in caricatori da 18 pose. 
    Andava inserita nell'apparecchio fotografico con la celluloide rivolta verso l'obbiettivo in modo che la luce arrivasse allo strato sensibile pancromatico gelatino-bromuro solo dopo aver attraversato il reticolo di lenti cilindriche. 
    Come sappiamo non poteva essere proiettata l'immagine negativa ma era necessario trasformarla in una diapositiva; le fasi principali erano sempre le solite, sviluppo, inversione, 2° sviluppo, fissaggio e preferibilmente il trattamento con le varie soluzioni andava condotto in tank a prova di luce. 
    In teoria per ottenere un'immagine a colori dalla proiezione dell'immagine diapositiva doveva essere sufficiente utilizzare lo stesso filtro usato nella presa ma in pratica occorreva usare un filtro con tonalità di colore leggermente diverse perchè lo spettro luminoso emesso dalla lampada di proiezione era diverso da quello della luce solare; così per ciascuno degli obbiettivi Leica citati, l'Agfa forniva una coppia di filtri, uno per la presa ed uno per la proiezione.


    Nel 1934 l'Agfa presentò un nuovo tipo di pellicola a mosaico per la fotografia a colori che venne denominata Agfacolor Ultra. 
    La differenza più importante tra la vecchia e la nuova pellicola a mosaico consisteva nel fatto che l'emulsione sensibile della nuova Agfacolor aveva una diversa sensibilità ai colori tale da poter essere usata alla luce del giorno senza dover utilizzare il filtro compensatore. 
    In questo modo la sensibilità della Agfacolor Ultra aumentava enormemente; in buone condizioni di luce, come ad esempio d'estate, era possibile eseguire delle istantanee con aperture di diaframma di 1:4,5 (quella di un obbiettivo economico) ed un tempo di 1/50 di secondo, quindi a mano libera. 
    Anche in questo caso la pellicola andava inserita nell'apparecchio fotografico con la celluloide rivolta verso l'obiettivo. 
    Il trattamento era praticamente identico a quello della vecchia Agfacolor con le solite fasi di sviluppo, inversione, 2° sviluppo e fissaggio. 
    All'inizio la pellicola Agfacolor Ultra era disponibile come pellicola in rullo (6x9 e 7,5x10,5 cm), filmpak (6x9 e 9x12 cm) e pellicole piane (9x12, 6x13, 13x18 cm); a partire dal 1935 la pellicola divenne disponibile anche nel formato 35 mm ed in particolare in caricatori da 18 fotogrammi per apparecchi Leica e similari.

    Testi vari per approfondimenti

    da Il Progresso Fotografico agosto 1934

    da Note Fotografiche agosto 1934

    da Note Fotografiche maggio 1935

    da Note Fotografiche agosto 1935

    da Note Fotografiche dicembre 1935

pubb35
pubblicità 1935

hektor
filtri Agfacolor per Hektor

summar
filtro Agfacolor per Summar



HOME
INDIETRO
INDICE
AVANTI
INTRODUZIONE