UN MONDO D'ARGENTO

Breve storia dei supporti per la fotografia in Italia (1839 - 1939)

Lo sviluppo Cromogeno

    Descrivendo il sistema Kodacolor abbiamo lasciato intendere che in quel periodo i laboratori di ricerca dell'azienda americana stavano lavorando intorno ad un nuovo sistema per ottenere immagini fotografiche a colori; in realtà, ancora una volta, l'idea alla base di tale procedimento era tutt'altro che nuova. 
    Nel 1912 due ricercatori tedeschi, Fischer e Siegrist, realizzarono una pellicola costituita da tre strati di emulsione sovrapposti ognuno dei quali era stato reso sensibile ad uno dei tre colori primari, partendo dal supporto in celluloide il primo strato era sensibile al rosso, il secondo al verde ed il terzo al blu-violetto; inoltre in ogni strato oltre ai sali d'argento erano presenti particolari composti organici incolori, diversi per ogni strato, detti “copulanti”.     Dopo l'esposizione la pellicola subiva un primo sviluppo in cui in ogni strato venivano trasformati in argento metallo i sali d'argento che erano stati colpiti dalla luce, come avveniva in una comune pellicola in bianco e nero.
    Quindi si procedeva ad un secondo sviluppo, detto “sviluppo cromogeno”, con particolari reagenti e in ogni strato, nella parte di pellicola in cui erano ancora presenti sali d'argento, i copulanti reagivano dando origine a composti colorati insolubili; nello strato sensile al rosso si formava un composto di colore blu-verde, in quello sensibile al verde un composto di colore magenta ed in quello sensibile al blu-violetto un composto di colore giallo.     Dopo l'eliminazione di tutto l'argento dalla pellicola con le fasi di sbiancancamento dell'argento metallico (detto anche di sbianca) e di fissaggio restavano sulla stessa solo i coloranti organici ed il film, osservato in trasparenza o proiettato, restituiva un'immagine a colori positiva.
    Tutto ciò in teoria perchè in pratica i copulanti durante le varie fasi di trattamento migravano in parte dallo strato di partenza verso gli altri e quindi Fischer e Siegrist ottenevano risultati di qualità assai scadente, così all'epoca il sistema venne abbandonato.

copulanti
i copulanti di Fischer

schema
schema procedimento di Fischer



HOME
INDIETRO
INDICE
AVANTI
INTRODUZIONE