UN MONDO D'ARGENTO

Breve storia dei supporti per la fotografia in Italia (1839 - 1939)

Nuovi Sensibilizzatori Pancromatici - Miethe e Koenig

    Adolf Miethe era uno scienziato tedesco laureato in fisica, chimica e astronomia.
    Nel 1899, a soli 37 anni, venne chiamato alla Regia Università Tecnica di Berlino a sostituire il grande ricercatore Hermann Vogel da poco deceduto; a Berlino continuò gli studi sui sensibilizzatori per fotografia e nel 1901 scoprì le proprietà del Rosso d'Etile.

    Nel 1902 il Dr. Miethe e il Dr. Arthur Traube, giovane chimico tedesco, brevettarono un procedimento per sensibilizzare con la nuova molecola i sali d'argento per uso fotografico verso le luci di colore rosso e arancio; questo brevetto venne utilizzato dalla ditta Otto Perutz per realizzare le prime lastre pancromatiche (lastre Percromo).
    Tra l'altro Miethe che nella propria carriera aveva lavorato in varie aziende ottiche tedesche, come la Schulze & Barthels (specializzata in binocoli e telescopi) e la ben più famosa Voigtlander & Sohn, volle progettare un nuovo apparecchio per ottenere tricromie secondo il metodo ideato originariamente da Ducos de Hauron, e lo fece realizzare dal costruttore Bermpohl di Berlino nel 1903.

    Il Dott. Koenig (o più probabilmente Konig) nel 1905 ,con il contributo del dott Homolka pubblicò vari lavori in cui descrivevano la scoperta del Pinacianolo, un nuovo sensibilizzatore da utilizzare in fotografia; a questo prodotto seguirono altri composti con struttura chimica e caratteristiche fotografiche similari.
    I due chimici lavoravano per la società tedesca Farbwerke Meister, Lucius & Bruning fondata nel 1865 e in poco tempo divenuta importante soprattutto nel settore della chimica farmaceutica e dei prodotti coloranti per l'industria tessile e non solo (divenne nel 1928 la Farbwerke Hoechst, prendendo il nome dalla località in cui ebbe la prima sede)
    I prodotti vennero ovviamente brevettati ma poiché la società proprietaria non aveva interessi diretti nel settore fotografica vennero commercializzati in
modo non esclusivo, a disposizione di chiunque volesse acquistarli:
    “
Questi sensibilizzatori sono messi in commercio a prezzi elevatissimi (sino a L. 100 il grammo) ma di essi ne occorrono quantità infinitesime”
(Namias – Enciclopedia Fotografica – 1926)
    Grazie ai nuovi sensibilizzatori, oltre alla Perutz, le più importanti industrie produttrici di materiale sensibile fotografico iniziarono a mettere in commercio lastre e pellicole con proprietà ortocromatiche e pancromatiche sempre più spinte, tra queste possiamo annoverare anche l'italiana Cappelli di Milano, in quel momento la più importante azienda nazionale del settore; così nel 1905 sulle pagine del Progresso Fotografico si poteva leggere:
        “Se vi è un campo nella fotografia ove i progressi da realizzare sono ancora notevoli, questo è certo l'ortocromatismo..............

    Con tutto ciò bisogna convenire che in questi ultimi anni i progressi sono stati non indifferenti.
    La casa Perutz e la casa Meister Lucius forniscono lastre al gelatino bromuro dotate di un certo pancromatismo e sopratutto di una sensibilità relativamente grande per l'aranciato e rosso.
    E molte altre case hanno migliorato il tipo comune di lastre ortocromatiche …accresciutane la sensibilità pel giallo, per l'aranciato e pel verde, si è arrivati a tipi di lastre che anche senza schermo permettono d'ottenere un chiaro-scuro più rispondente ai valori dei vari colori che non con lastre ordinarie.
    La ditta M. Cappelli di Milano che non ha certo bisogno di essere presentata ai lettori, seguendo l'esempio delle più importanti case estere ha studiato e introdotto un nuovo tipo di lastre ortocromatiche di maggior sensibilità delle comuni pel giallo e verde.
    Le ho sperimentate sia in lavori all'aperto come in lavori di riproduzione e debbo convenire che esse corrispondono ai migliori tipi esteri del genere. …..... Le lastre sono rapide e richiedono maggior precauzione per ridurre al minimo l'azione della luce durante lo sviluppo..........

    Coll'uso delle nuove lastre, oltre una miglior riproduzione dei colori da soggetto policromo qualunque, si rende possibile l'istantaneità anche rapida collo schermo giallo; si allargano cioè i vantaggi dell'ortocromatismo a tutto un campo da cui questo era finora rimasto escluso.
    Questa nuova famiglia di preparazioni sensibili rappresenta quindi una tappa assai importante nel progresso della fotografia ortocromatica; e non si può non vedere con soddisfazione che una fabbrica nazionale abbia pensato a produrne.”

    Testi vari per approfondimenti

    da Il Progresso Fotografico 1905

meister

pubblicità dei nuovi sensibilizzatori

app miethe

l'apparecchio ideato da Miethe


app miethe2

un'immagine ottenuta con apparecchio di Miethe

perutz

particolare di pubblicità Perutz


hauff

pubblicità Hauff





HOME
INDIETRO
INDICE
AVANTI
INTRODUZIONE