FOTOCAMERE  ITALIANE  1946-1964
ITALIAN  CAMERAS  1946-1964
1954

    Nel 1954 il mercato fotografico era diventato più difficile, il cliente si era fatto più esigente, prima di comprare valutava bene tutte le caratteristiche del prodotto, aspetto, qualità e soprattutto prezzo; in alcuni casi il prodotto tedesco costava meno perchè poteva godere di aiuti dal proprio governo che voleva favorire le esportazioni. 
    In Italia i costi della distribuzione erano particolarmente alti, c'erano troppi passaggi che incidevano per circa il 60% sul prezzo finale, ciò favoriva il contrabbando dei prodotti esteri a volte d'accordo con i fabbricanti, in questo modo i prezzi erano ancora più bassi e le vendite era maggiori.

    Il mercato USA era dominato dalla Germania, i prodotti fotografici importati in America era per il 65% ca tedeschi, tutti gli altri paesi, tra cui Italia e Giappone, si dividevano il restante 35%. 
    In USA si andava diffondendo tra i dilettanti la fotografia stereoscopica e l'uso delle pellicole a colori soprattutto cinematografica.

    La Photokina di Colonia del 1954 fu ancora più grande di quella di due anni prima soprattutto come superficie espositiva, i produttori italiani presenti diminuirono rispetto all'edizione precedente mentre aumentarono i visitatori italiani, sia commercianti grandi e piccoli che fotografi. 
    La novità più importante della Fiera tedesca fu la Leica M3.

    La Fiera di Milano, anche se preceduta da quella di Colonia, era ancora importante per il mercato interno; le novità dell'industria italiana furono molte come le ISO Reporter e Standard, la Sonne C4, le Gamma Perla I e II, la Closter Princess Junior; ci fu anche il ritorno dello stand Rectaflex con la presentazione ufficiale della Rotor. 
    Era presente anche la produzione della Germania Est.

    In quell'anno vennero presentate nuove fotocamere reflex monoobiettivo 35 mm: dalla Germania Est la Pentacon (ex Contax S), la Praktiflex e la Praktina, dalla Germania Ovest la Zeiss Contaflex, la Wirgin Edixa Reflex. 
    Nuove fotocamere reflex monoobiettivo anche per il formato 6x6: la Exakta 66 e la Hasselblad 1000F, quest'ultima con obiettivo e magazzino pellicola intercambiabile.

    La produzione di nuovi tipi di vetro ottico aprì la possibilità di calcolare e realizzare obiettivi con caratteristiche nuove e migliorare le prestazioni di quelli con schemi già noti.


VOCI DALLA FIERA DI MILANO

CLOSTER
PRINCESS JUNIOR

OFFICINE GAMMA
PERLA I

OFFICINE GAMMA
PERLA II

OFFICINE GATTO
SONNE C4 

I. S. O.
REPORTER

I. S. O.
STANDARD

KLEIN
KLEIN 
(tipo 2)

FERRANIA
TANIT

RECTAFLEX
DIRECTOR 35
(prototipo)



HOME
INDIETRO
INDICE
AVANTI
INTRODUZIONE